Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce

Macco di fave

    • Porzioni
    • 4
    • Costo
    • Basso
    • Difficoltà
    • Alta

Il macco di fave è un piatto tipico siciliano che affonda le sue radici nella tradizione popolare, una crema di fave aromatizzata con del finocchietto selvatico oppure cucinata con l’aggiunta di verdure quali bietole, tenerumi o scarola. A me piace molto la versione con il finocchietto che trovo assolutamente squisita!

Il macco di fave è una pietanza veramente buona, purtroppo, la cottura delle fave richiede molto tempo quindi la sua preparazione va’ programmata.

A tal proposito, ho scoperto che il nome “macco” deriva proprio dal latino “maccare”“ridurre in poltiglia”… in effetti, credo che prima dell’avvento del frullatore ad immersione che facilita notevolmente il compito, preparare il macco dovesse richiedere ancora più tempo 😉
In ogni caso, preparare il macco di fave siciliano non è un’impresa difficile, anzi, è proprio semplice ed il risultato è veramente buono!
Il macco di fave può essere servito come una vellutata insieme a dei crostini di pane oppure come una zuppa (e questa è la ricetta originale) nella quale cucinerete la pasta… rigorosamente spaghetti spezzati!

Buon macco di fave a tutti e buon inizio settimana! Baci 😀


Come preparare il macco di fave

La sera prima, sciacquate le fave secche e mettetele in un recipiente pieno d’acqua. Scegliete un recipiente capiente in quanto le fave cresceranno di volume.

Il giorno dopo, prendete una pentola capiente e riempitela d’acqua. Metteteci dentro le fave, la cipolla, le carote e la costa di sedano. Aggiungete anche un mazzetto di finocchietto selvatico pulito e sciacquato.

Non appena le fave cominceranno a bollire si formerà una schiuma bianca, toglietela con l’aiuto di una schiumaiola.

Aggiungete il sale e lasciate cuocere a fiamma bassa per 3 ore circa, fin quando le fave non saranno completamente cotte

macco-di-fave-ricetta1

Quando le fave saranno cotte, togliete la costa di sedano e frullare tutto con il mixer ad immersione fino ad ottenere una crema liscia, aggiustate di sale e decidete se mangiare il macco di fave con dei crostini oppure se aggiungere della pasta.

Nel secondo caso, spezzate degli spaghetti e cuoceteli nel macco di fave mescolando spessissimo in maniera tale da non fare attaccare tutto sul fondo della pentola!!! 😀

macco-di-fave-ricetta2

Quando la pasta con il macco di fave sarà pronta servite con una macinata di pepe nero ed un bel giro di olio d’oliva a crudo.

macco-di-fave

P.S.: tenuto conto che per preparare il macco di fave ci vuole un bel po’ di tempo, vi consiglio di prepararne sempre un po’ di più e, magari, congelarlo in appositi sacchetti freezer! Al momento di utilizzarlo non dovrete far altro che tagliare il sacchetto e mettere il macco di fave congelato in una pentola per farlo scongelare.

congelare-macco-di-fave

Ti è piaciuta la ricetta? Condividila…



Ricette Correlate

  • Porzioni : 2
  • Tempo di Cottura : 180 Min
pasta con fave secche

Pasta con fave secche

Questa pasta con fave secche asciutta è venuta fuori per pu...

  • Porzioni : 4
  • Tempo di Cottura : 15 Min
macco-di-fave-fresche

Macco di fave fresche

La ricetta del giorno è la variante di una ricetta classica...

  • Porzioni : 4
  • Tempo di Cottura : 15 Min
vol-au-vent-crema-di-fave

Vol au vent con crema di fave

Oggi vi do una ricetta veramente sfiziosa per un aperitivo:...

  • Porzioni : 2
  • Tempo di Cottura : 20 Min
pasta fave e bottarga ricetta

Pasta fave e bottarga

La ricetta di oggi è veramente squisita: pasta fave e bott...

Crema di fave

La crema di fave è una crema semplicissima da preparare e m...

  • Porzioni : 2
  • Tempo di Cottura : 10 Min
fave-e-ricci2

Pasta con fave e ricci

La ricetta della pasta con fave e ricci l’’ho vista ...

7 Risposte a Macco di fave

  1. marci 25 gennaio 2013 alle 11:33 #

    BUONDI
    poichè mi appresto a cucinare il macco volevo chiederti esattamente cosa devo fare dopo che metto le fave nell’aglio soffritto, ovvero quanto devo tenerle o se devono continuare a cucinare… non ho ben capito il passaggio….
    grazie sempre

  2. maria 25 gennaio 2013 alle 17:24 #

    ciao Marci, scusa il ritardo! a quel punto le fave saranno già cotte, devi solo insaporirle! 😉

  3. Carla 31 gennaio 2013 alle 15:27 #

    Ciao a tutte! Sono pugliese anche se vivo a Roma da sempre, faccio il “pure di fave con cicoria” da sempre perche’ nella tradizione della mia famiglia noi non facciamo alcun soffritto ne frulliamo le fave, la bravura sta proprio nel rendere il pure soffice lavorando col cucchiaio di legno e poi aggiungendo l’ olio evo verso la fine e continuando a mescolare. Si serve con cicorietta lessata in poca acqua e condita esclusivamente con l’olio, la bontà e’ data proprio dal contrasto dell’amaro della cicoria e dal dolce delle fave oltre che dalla pulizia della preparazione

  4. maria 31 gennaio 2013 alle 17:17 #

    Ciao Carla, grazie mille per il tuo suggerimento…. siamo vicine di regione e vicine di tavola! 😀
    A presto!

  5. VicainCucina 15 marzo 2013 alle 08:37 #

    wow che macco! il finocchietto selvatico è la scelta migliore per renderlo saporito, ci sta a meraviglia con i legumi, lo adoro!!!

  6. vicaincucina 15 marzo 2013 alle 08:42 #

    scusa ero convinta che ti chiamassi Paola, ora ho visto su facebook nelle mie notifiche di Vica in cucina che sei Maria 🙂 Grazie!!!

  7. Tastando 31 dicembre 2015 alle 12:50 #

    Molto gustoso con sedano e carota, noi di solito lo prepariamo sfumando un po’ di vino bianco 😉

Lascia un commento