Questo sito contribuisce alla audience di Agrodolce

Sfincione palermitano

    • Preparaz.
    • Minuti
    • Cottura
    • Minuti
    • Porzioni
    • teglia 30 cm
    • Costo
    • Basso
    • Difficoltà
    • Bassa

Lo sfincione palermitano è una sorta di pizza più spessa condita con del sugo di cipolle, acciughe e caciocavallo… una vera bontà! Lo sfincione siciliano è uno dei protagonisti indiscussi del cibo di strada siciliano. Per chi non lo conoscesse può associarlo alla categoria “Pizza e Focaccia”, ma chi lo conosce sa che lo sfincione è lo sfincione! E’ un pezzo di storia palermitana, importante quasi quanto la cattedrale! Sì, perché lo sfincione non è soltanto un cibo, un alimento della cucina tipica siciliana ma è tradizione, storia e cultura. Ogni palermitano doc collega lo sfincione alla sua infanzia quando passava per le strade (e accade tuttora nei quartieri popolari di Palermo) “lo sfincionaro” con la sua Lambretta carica di “ruote” di sfincione e urlava ad alta voce: “Chi cciàvuru! Càvuru, càvuru!” (traduzione dal siculo all’italiano: “Che profumo! Caldo, caldo”) 😀

Solo chi lo ha mangiato sa quanto è sfizioso verso le 11 del mattino, quando i primi languori si fanno sentire, “addentare” un pezzo di sfincione caldo, croccante e soffice allo stesso tempo, dove il pomodoro e la cipolla sono uniti in un connubio indissolubile e dove il pepe ti brucia un po’ le labbra… mmmm… che bontà! Ad onor del vero però, bisogna specificare che ne esiste anche un altro tipo: lo sfincione fatto in casa, che è quello che si trova anche nei panifici. L’’impasto è un po’ meno croccante ma il condimento è più “sostanzioso”: acciughe, pomodoro, cipolle, caciocavallo, pangrattato e origano. E vi assicuro che anche questo ha il suo perché! Quella che vi do oggi è la ricetta dello sfincione palermitano fatto in casa, anche perché l’’altra ricetta è top secret!… 😀


Come preparare lo sfincione palermitano

Setacciate la farina 00 e la semola, aggiungete il sale e mescolate. Realizzate una fossetta al centro, mettetevi il lievito, un pizzico di zucchero e 2 cucchiai di acqua. Non appena il lievito comincia a rinvenire, cominciate a mescolare il lievito con la farina in maniera tale che si sciolga bene poi, aggiungete l’olio e cominciate ad aggiungere l’acqua e mescolate fino ad ottenere un impasto unico ma morbido.

impasto sfincione

Lavorate l’impasto sulla spianatoia per 5 minuti circa poi, mettetelo a lievitare in una ciotola unta con dell’olio per 1 ora e mezza circa, deve raddoppiare di volume.

Intanto che l’impasto dello sfincione lievita, preparate il condimento a base di cipolle.

Prendete una casseruola, versate un paio di cucchiai di olio sul fondo ed aggiungete le cipolle affettate. Lasciate soffriggere le cipolle a fiamma bassa per una decina di minuti fino a quando non diventeranno traslucide poi, aggiungete 4-5 filetti di acciuga e scioglieteli nelle cipolle.

Aggiungete la passata di pomodoro, il sale, 1 bicchiere d’acqua e lasciate cuocere a fiamma medio-bassa fino a quando il sugo non si sarà ristretto.

sugo di cipolle per sfincione

Non appena l’impasto dello sfincione avrà raddoppiato il suo volume, prendete una teglia, ungetela d’olio e aggiungete l’impasto. Stendete l’impasto con le mani lasciando il bordo leggermente più spesso.

stendere impasto

Ricoprite la superficie dello sfincione con pezzetti di acciuga pressandoli leggermente con le dita.

aggiungere acciughe

Aggiungete delle fette di caciocavallo fresco o semi stagionato ricoprendo tutta la superficie.

Ricoprite abbondantemente con il sugo di cipolle.

aggiungere caciocavallo e sugo

Aggiungete del pepe nero e dell’origano. Ricoprite la superficie con caciocavallo grattugiato prima e con caciocavallo a fili dopo. Aggiungete anche del pangrattato e lasciate lievitare lo sfincione per ancora 30 minuti.

aggiungere formaggio e pangrattato

Riscaldate il forno a 220 C ed infornate il vostro sfincione per 20-30 minuti, fino a quando non sarà cotto.

Sfornate lo sfincione e lasciatelo intiepidire prima di servirlo.

cottura sfincione

Ricordate che lo sfincione palermitano preparato prima e scaldato in forno al momento di servirlo ne guadagna in gusto e leggerezza. Parola di palermitana! 😉

sfincione palermitano ricetta

Guarda anche Sfincione bagherese

 

Ti è piaciuta la ricetta? Condividila…



Ricette Correlate

  • Porzioni : 8
  • Tempo di Cottura : 20 Min
focaccia con le cipolle

Focaccia con le cipolle

La ricetta di oggi è la focaccia con le cipolle alla genove...

  • Porzioni : 10
  • Tempo di Cottura : 10 Min
sfincionelli fritti ricetta

Sfincionelli fritti

Gli sfincionelli fritti sono una golosissima rivisitazione d...

  • Porzioni : 10-12 panini
  • Tempo di Cottura : 25 Min
panini_ai_salumi

Panini ai salumi

Questi panini ai salumi li ho preparati l’altra sera per...

  • Porzioni : 8 porzioni
  • Tempo di Cottura : 30 Min
sfincione-bagherese

Sfincione bagherese

Lo sfincione bagherese è una di quelle prelibatezze che n...

  • Tempo di Cottura : 30 Min
rose di pane alle olive

Rose di pane alle olive

Queste rose di pane le ho preparate con il pate’ di ol...

  • Porzioni : 2 teglie del diametro di 33 cm
  • Tempo di Cottura : 10 Min
pizza rustica

Pizza rustica

La ricetta della pizza rustica l’’ho messa appunto l...

12 Risposte a Sfincione palermitano

  1. bellamarit 15 dicembre 2012 alle 19:10 #

    invece di 500gr di manitoba mischia 250gr farina0+250gr manitoba+1patata lessata e schiacciata e vedrai che scioglievolezza

  2. bellamarit 15 dicembre 2012 alle 19:17 #

    invece di 500gr di manitoba mischia 250gr farina0+250gr manitoba+1patata lessata e schiacciata e vedrai che scioglievolezza. l’impasto deve essere morbido e non avrai bisogno dello strutto ma aggiungi 1-2 cucchiai di olio

  3. calienza 5 febbraio 2013 alle 21:33 #

    Lo sfincione di una volta era completamente diverso nel sapore, questi di oggi hanno, di uguale, solo il condimento; la pasta è quella della solita pizza! Fino ad una trentina di anni fa, ancora, era quello originale, oggi non più.
    E la vera ricetta dell’impasto?

  4. maria 6 febbraio 2013 alle 06:42 #

    Per la ricetta originale credo bisogna rivolgersi ad un vero sfincionaro! 😉

  5. giovanna 18 maggio 2013 alle 18:33 #

    Ciao Bellissima, mi sono vista diverse ricette per o sfincione per essere sicura di preparare bene il condimento che poi io ho usato per fare la pasta al forno…come faceva mia suocera!!! La tua ricetta è la migliore,anche perchè è ugualissima a come lo faccio io (sempre da insegnamento di suocera).
    Alla tua relazione devi aggiungere che lo sfincionaro di strada abbanniava ” Cavuru,cavuru…scarsu r’ogghiu e chinu i pruvulazzu!!!!”.
    Ma te lo devo dire io che sono emiliana????
    Ciao tesoro, TVB.

  6. maria 20 maggio 2013 alle 07:55 #

    Hai ragione Giovanna! Che tradotto per i non siciliani vuol dire, “Caldo, caldo, pieno d’olio e di polvere!”.
    Un abbraccio grande, grande!

  7. Mandy 18 novembre 2015 alle 14:42 #

    Buonasera, mi ricordo che mia nonna metteva il caciocavallo nell’impasto dello sfincione, credo che il sapore di una volta sia dovuto a questo, ma non ricordo nè le dosi nè se il tempo di lievitazione cambi. Qualcuno può aiutarmi, grazie.

    • Maria Bonaccorso 20 novembre 2015 alle 20:52 #

      Ciao Rosaria, io francamente questo non lo so… è la prima volta che lo sento però non sembra male l’idea! 😉

  8. Lucia 11 dicembre 2015 alle 19:09 #

    Ciao,
    Ma hai cambiato la ricetta?
    Ricordo che il sugo di cipolle veniva messo due volte, una durante la cottura….

    • Maria Bonaccorso 16 febbraio 2016 alle 21:16 #

      Ciao Lucia! La ricetta l’ho aggiornata per sostituire le foto che erano un po’ vecchiotte! Francamente non mi ricordo se ho modificato il testo, comunque, il sugo in più si può aggiungere se si nota che in cottura si asciuga un po’. In genere, se lo si mette abbondante prima della cottura, non ve ne è bisogno. Ciao 😉

  9. pieo 19 aprile 2016 alle 12:26 #

    Qualcuno mi sa dire come si fa lo sfincione quello delle bancarelle? (sottile croccante sotto e morbido sopra)

    • Maria Bonaccorso 19 aprile 2016 alle 12:32 #

      Ciao Pietro! Devo dire la verità, me lo chiedo anche io! 😀 E’ un impasto leggerissimo!!! Io non ci ho mai provato ma prometto di impegnarmi a farlo 😉

Lascia un commento