Pesto genovese (con Frullatore)

Il pesto genovese è un sugo freddo Cremoso e Profumato preparato con Basilico, Pinoli, Aglio, Parmigiano, Pecorino e Olio d’oliva. La ricetta originale viene rigorosamente realizzata con il Mortaio ma oggi vedremo insieme come preparare un ottimo pesto con il Frullatore. Il Segreto è quello di non surriscaldare le Lame frullando troppo a lungo cosa che farebbe ossidare gli Ingredienti. A tal proposito procederemo con pochi ingredienti per volta e frullando a Scatti.

pesto genovese con frullatore

Preparare il pesto genovese con il frullatore (o mixer) è Facile e Velocissimo ed il risultato incredibilmente Buono! Scegliete sempre Basilico fresco (appena raccolto) e dalle foglie Profumate. L’Aglio non deve essere troppo pungente e le dosi sono facoltative (se preferite, potete fare il pesto anche senza Aglio, è buonissimo lo stesso!). Io uso l’aglio rosso di Nubia, profumato ma non invadente. L’Olio d’oliva non deve essere troppo strutturato, meglio un olio Leggero che non sovrasti gli altri ingredienti. Quanto ai Pinoli, se è vero che sono Perfetti per fare il pesto di basilico, è anche vero che hanno un costo un po’ elevato. A tal proposito mi capita spesso di sostituirli con le Mandorle pelate o con gli Anacardi. Con le mandorle il pesto viene più Croccante, con gli Anacardi più Cremoso e Pastoso. Seguite la mia ricetta passo passo per fare il pesto genovese con il frullatore e vedrete che successone. Alla fine della ricetta troverete anche diversi modi per Conservare il pesto.

Potrebbero anche piacerti:

Procedimento

Come fare il pesto genovese (con frullatore)

Pulite il basilico staccando le foglie e mettetelo in una ciotola con acqua fredda per 10 minuti.

lavare basilico

Scolate il basilico, sgocciolatelo e mettetelo in uno strofinaccio di cotone e tamponatelo per asciugarlo bene.

asciugare basilico

Nel mixer mettete l’aglio e i pinoli. Frullate. Aggiungete metà delle foglie di basilico e frullate ancora. Ricordate di frullare sempre per poco tempo.

frullare aglio e pinoli

Aggiungete il restante basilico, il formaggio grattugiato e metà dell’olio. Frullate.

aggiungere basilico e formaggio

In ultimo aggiungete l’olio restante e frullate ancora qualche secondo.

aggiungere olio

Il vostro pesto genovese con frullatore è pronto e vi assicuro che è buonissimo. Provatelo pure per condire un piatto di Pasta ma anche da spalmare su Bruschette e per insaporire i Panini (come il mio panino Caprese).

pesto genovese con frullatore

Come conservare il pesto genovese

Una volta pronto, versate il pesto in una ciotola, aggiungete ancora un filo d’olio in superficie, copritelo e conservatelo in Frigo dove si conserva per 1 settimana circa.

Se volete conservarlo in Barattolo, leggete il procedimento per sterilizzare i barattoli.

Un’altra alternativa è quella di Congelarlo. Io faccio così: verso il pesto nei bicchierini da caffè, aggiungo un filo d’olio in superficie e copro il bicchiere con la pellicola. In questo modo realizzo delle mini porzioni per 2 persone da scongelare in pochi minuti quando me ne viene voglia! Si conserva bene per 2-3 mesi.

come conservare il pesto genovese

Condividi la ricetta:





Categorie: , , , ,

Ricette Correlate:


Commenti

12 risposte a “Pesto genovese (con Frullatore)”

  1. Avatar Stefania
    Stefania

    5 stars
    ottimo grazie, finalmente una ricetta semplice, furba e soprattutto BUONA!!!

  2. Avatar Vittoria
    Vittoria

    5 stars
    Ottimo pesto. Grazie!

  3. 5 stars
    Trovo ottime, pratiche e invitanti le Tue ricette! Semplici i passaggi, belle le foto. Riesco a seguirle con facilità e soddisfazione. Si avverte la buona esperienza di chi le ha realizzate.

    1. Avatar Maria Bonaccorso
      Maria Bonaccorso

      Ciao Marina, non sai che piacere mi fa’ leggere le tue parole. Grazie!

  4. 5 stars
    L’ho provato ed é eccezionale. Suddiviso in vasetti e messo anche in freezer. Grazie

    1. Avatar Maria Bonaccorso
      Maria Bonaccorso

      Sono molto contenta!

  5. Benissimo e grazie per i suggerimenti su come realizzarlo con frullatore. Però un appunto personale: mandorle e/o anacardi per me sono inaccettabili al posto dei pinoli.

    1. Avatar Maria Bonaccorso
      Maria Bonaccorso

      Ciao Marco, partendo dal presupposto che i pinoli sono insostituibili nel pesto genovese, a me capita di sostituirli con gli anacardi che hanno una pastosità simile ai pinoli e costano un po’ meno…

  6. se si adopera un mixer come quello della foto ( non ad immersione ) , basta tenere la vaschetta e la lama un paio d’ore in frigo con qualche ingrediente , come aglio , pinoli e un pizzico di sale grosso ; da ultimo , mentre la pasta cuoce , aggiungere olio e basilico ; il pesto rimarrà più verde brillante

    1. Avatar Maria Bonaccorso
      Maria Bonaccorso

      Grazie per la dritta, proverò!

  7. Avatar Orietta

    .. io utilizzo le noci .. trovo che venga squisito! Grazie per la ricetta!😊

  8. 5 stars
    domani mattina farò il pesto là mattina la natura come i fiori e i frutti sono più buoni grazie per i tuoi consigli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vota la ricetta